Vans, storia del marchio di scarpe californiano

Vans nasce dall’idea dei due fratelli Paul e Jim Van Doren in California il 16 marzo 1966.

Viene fondata insieme  ai soci Gordon Lee e Serge Delia. Il nome originale di VANS era: Van Doren Rubber Company.

Paul Van Doren era figlio di un inventore e di una sarta, abbandonò la scuola all’età di 14 anni.

Era molto ppassionato di cavalli, praticava tutti i giorni nei circuiti ed proprio nei maneggi che cominciò ad essere soprannominato come “Dutch the Clutch”.

Sua madre gli fece trovare lavoro in una fabbrica di scarpe e fu propriò lì che ebbe l’idea di disegnare un nuovo tipo di scarpa per barche, leggera e che potesse aderire alle diverse superfici delle imbarcazioni senza il rischio di scivolare.

Fu disegnata la prima scarpa Vans della storia.

Gli venne quindi l’idea di creare un brand che proponesse scarpe di tendenza prendendo come riferimento la Converse Chuck Taylor e di concentrarsi sul mercato delle sneakers da pallacanestro.

Diciamo che le cose sono andate diversamente da quanto ipotizzato inizialmente da Paul.

Nel 1966 Paul Van Doren, insieme a suo fratello Jim e ai suoi soci Gordon Lee e Serge Delia decisero di aprire il primo negozio per vendere i primi modelli di loro produzione.

I modelli iniziali erano solamente 3 e la produzione era totalmente artigianale e realizzata su ordinazione.

I prezzi andavano da 2,49 $ ai 4,99 $, le scatole sugli scaffali erano vuote ed i clienti che acquistavano dovevano passare successivamente per ritirare le scarpe Vans, che erano per lo più realizzate dopo l’ordinazione.

Questo fu l’inizio della Van Doren Rubber Company, che successivamente prese il nome di VANS.

Il periodo di negozio artigianale durò poco e l’azienda si strutturò fino ad arrivare ad avere ben 73 negozi verso la fine gli anni ’70 in tutta la California.

Perchè le scarpe VANS sono così popolari?

Le sneakers Vans sono scarpe semplici ma allo stesso tempo uniche essendo realizzate con una suola in gomma vulcanizzata ed una tela spessa, rende le scarpe molto morbide e comode.

Il disegno è iconico a forma di waffle, caratterizzate ulteriormente dalla Jazz Stripe, la banda ondulata laterale che è anche il simbolo dell’azienda.

E’ diventata il simbolo degli skaters, un vero e proprio Must have per ogni skaters della California prima, poi degli skaters di tutto il mondo.

Una delle peculiarità delle Vans era la suola antiscivolo che si adattava perfettamente alle esigenze degli skaters.

Negli anni VANS promosse skaters top level come Tony Alva e Stacy Peralta, ma strinse un legame speciale anche con il mondo della musica e del cinema, rendendole sempre più famose ed ambite in tutto il mondo.

I modelli più famosi delle VANS


Vans SK8-Hi: presenta tomaie in tela e suole robuste, il leggendario top alto stringato, ha inoltre puntali rinforzati per resistere all’ usura, colletti imbottiti per sostegno delle caviglie e flessibilità e suola in gomma con logo VANS.

Vans old school: la classica scarpa da skate di Vans e la prima a mostrare l’iconica striscia laterale, ha una silhouette allacciata a vita bassa con una resistente tomaia in suede e tela con linguetta e fodera imbottita e suola Waffle signature firmata Vans.

Vans slip-on: ha una tomaia in tela a basso profilo; la più nota ha la iconca stampa a scacchi, ma se ne trovano con ogni tipo di stampe e colori; inserti laterali elastici, etichetta con bandiera Vans e suola originale Waffle Vans.

Vans The Era: scarpa da skate classica bassa con pattino Vans, ha una resistente tomaia in tela doppia cucita con linguetta e fodera imbottita e suola Waffle firmata Vans.


Lascia un commento